Consulenza per tutti

Il nuovo sistema di incentivi auto elettriche in Francia: Vantaggi per i Veicoli Europei

La Francia ha deciso di rinnovare il proprio sistema di incentivi per le auto elettriche al fine di promuovere i modelli europei e contrastare la penetrazione dei veicoli cinesi nel mercato europeo. La modifica, proposta dal governo di Emmanuel Macron e aperta alla consultazione pubblica dal 28 luglio, si basa su una classifica a punti per valutare i veicoli elettrici.

Ogni modello di auto elettrica verrà valutato considerando criteri ambientali e industriali, tra cui le emissioni di gas serra durante tutto il ciclo di vita del veicolo, dalla produzione al trasporto, fino allo smaltimento a fine vita. Inoltre, saranno considerate le emissioni legate all’uso su strada e al pacco batteria.

Per ricevere gli incentivi statali, i veicoli dovranno totalizzare almeno 60 punti nella classifica. Questa scelta mette in luce l’attenzione della Francia per l’impatto ambientale complessivo delle auto elettriche, premiando modelli con minori emissioni durante tutto il ciclo di vita.

Tra i criteri che favoriranno i veicoli europei, vi è la preferenza per i modelli assemblati in Europa. Questo penalizzerà i veicoli provenienti da paesi come la Cina, dove le normative ambientali potrebbero essere meno rigide. Anche la presenza di un’autonomia di almeno 180 km e di 4 posti favorirà i modelli europei.

Con l’entrata in vigore del nuovo sistema di incentivi il 1° gennaio 2024, gli incentivi pieni saranno riservati ai veicoli europei, mentre i veicoli stranieri, in particolare quelli cinesi, potranno contare su incentivi più limitati.

In precedenza, gli incentivi auto elettriche garantivano sconti fino a 5.000 euro sull’acquisto di un’auto nuova, con alcune condizioni sul prezzo e sul peso del veicolo. Con il nuovo sistema, i veicoli europei saranno i principali beneficiari degli incentivi, mentre i veicoli stranieri dovranno fare i conti con incentivi più bassi.

La Francia si impegna così a sostenere la produzione e l’uso di veicoli elettrici europei, contribuendo alla transizione verso una mobilità più sostenibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *