Consulenza per tutti

L’Idrogeno: La Chiave per una Economia Sostenibile e Decarbonizzata nel Trasporto

L’energia dell’idrogeno è stata a lungo riconosciuta come una delle soluzioni chiave per affrontare la crisi climatica e la transizione verso un’economia sostenibile e decarbonizzata. Parlando del potenziale di questa fonte energetica, Mario Paterlini, presidente del Gruppo idrogeno vettore energetico di Federchimica Assogastecnici, sottolinea l’importanza di una combinazione di fattori tecnologici e istituzionali per dare vita a una vera e propria economia dell’idrogeno.

Il progetto “Hydrogen Experience”, presentato recentemente, mira a riunire le migliori pratiche del settore e a sostenere il passaggio ad economie di scala per agevolare il pieno sviluppo di un’economia basata sull’idrogeno. Secondo Paterlini, sono necessari incentivi, un quadro normativo chiaro e una rapida realizzazione di infrastrutture dedicate per supportare questa crescita.

L’idrogeno offre un contributo essenziale nel percorso verso la decarbonizzazione dei trasporti. La sua utilizzazione non genera emissioni, producendo solo acqua come prodotto di scarto, contribuendo in modo significativo alla riduzione delle emissioni di gas serra. Questa caratteristica unica dell’idrogeno lo rende un vettore energetico promettente per il futuro.

Oggi, l’idrogeno è sempre più utilizzato nei trasporti pesanti e sui treni. Tuttavia, la sua diffusione su larga scala nel settore automobilistico è una prospettiva realistica? Secondo Paterlini, la tecnologia è già disponibile ed industrializzata. Esistono già automobili e treni alimentati ad idrogeno, dimostrando la sua fattibilità.

Le tempistiche per la diffusione su larga scala dell’idrogeno saranno influenzate da due fattori esterni alla tecnologia. Innanzitutto, gli incentivi che gli Stati decideranno di fornire al settore avranno un ruolo chiave nella promozione della sua adozione. In secondo luogo, sarà necessaria la realizzazione di infrastrutture di rifornimento per garantire l’approvvigionamento alle auto a idrogeno. Questa infrastruttura è essenziale per stimolare la domanda e creare un mercato stabile.

Mario Paterlini sottolinea che finché non saranno disponibili un numero sufficiente di stazioni di rifornimento in tutta la penisola, la diffusione delle auto a idrogeno sarà limitata. Tuttavia, con il giusto sostegno e un impegno concertato da parte delle istituzioni e dell’industria, l’idrogeno può diventare una componente vitale nella nostra corsa verso una mobilità più sostenibile e un futuro a basse emissioni di carbonio. Solo attraverso una collaborazione globale e un investimento congiunto possiamo trasformare il potenziale dell’idrogeno in una realtà concreta per la nostra economia e per il pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *